Gli Standard di Qualità in Produzione

La ricerca dei più alti livelli di qualità del prodotto si è realizzata fattivamente con l’ottenimento della certificazione Globalgap su tutti i terreni aziendali. Tale protocollo è rispettato anche dai produttori del gruppo Lilla e Giuliani, ma non solo. Le linee tecniche di produzione definite dall’ufficio tecnico agronomico si rifaranno alle norme di difesa integrata edite annualmente dall’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia e il controllo analitico mediante analisi multiresiduali dimostra come l’azienda sia fattivamente impegnata nel costante controllo dell’igiene e della salubrità del prodotto fresco. A livello operativo, prima dell’avvio della raccolta di ogni lotto di produzione del Gruppo, viene effettuata una specifica analisi multi residuale valutata dal laboratorio di analisi accreditati con certificazione Accredia e QS. Il range di ricerca è vasto ed abbraccia tutti i principi attivi censiti a livello europeo. Solo in virtù di un esito positivo del risultato analitico sul campione esaminato, il responsabile qualità autorizza la fase di raccolta. Il tutto garantito da un sistema di tracciabilità e rintracciabilità implementato a partire dai lotti di produzione in campo fino al lotto di lavorazione nell’opificio.



L’azienda Lilla e Giuliani si impegna fattivamente nella costante ricerca di metodologie agronomiche a sempre più basso impatto ambientale, tanto da poter affermare senza tema di smentita che già da tempo sia per l’uva da tavola che per le produzioni ortive si attuano tecniche di lotta biologica, sfruttando l’opera di insetti e batteri “utili” cosiddetti antagonisti. E’ quindi facile rinvenire nei nostri campi trappole cromotropiche e a confusione sessuale, per la lotta a tripidi di frutta e verdura, tignole dell’uva, etc. In ausilio, la preziosa opera di prodotti antiparassitari a base di Bacillus thuringiensis (nei suoi più disparati ceppi), Bacillus subtilis per la muffa grigia sull’uva (Botrytis cinerea), Beauveria bassiana per il controllo di aleurodidi, ragnetto rosso, tripidi e afidi, Trichoderma spp. per le muffe e i marciumi delle ortive. Anche la scelta dei principi attivi da utilizzare è effettuata sotto controllo costante mediando le esigenze di qualità ed efficacia di intervento; infatti il Gruppo considera di strategica importanza l’opera del monitoraggio in campo da parte dei tecnici agronomi al fine di ridurre ma al contempo ottimizzare l’uso dei prodotti antiparassitari, che vengono scelti comunque solo ed unicamente fra quelli ammessi nella Lista Europea Annex I ai sensi del Reg. Ce 149/2008. L’alto livello qualitativo raggiunto ci ha permesso nel corso degli anni di avviare collaborazioni commerciali di prestigio con la Coop Svizzera e Coop Norvegia, nonché con rappresentanti di primario livello nel panorama della GDO europea come Edeka, Spar. La ferrea osservanza delle norme tecniche di produzione ci permette di garantire un basso livello di residualità sulle colture per l’impiego di fitofarmaci, andando incontro alle limitazioni d’uso che la nostra clientela ci chiede.

 

L’azienda ha inoltre deliberatamente scelto di non usare prodotti antiparassitari a base di principi attivi inseriti nella “Black List” edita dai più importanti gruppi commerciali appartenenti alle GDO europee. La costante ricerca del miglioramento degli standards di produzione aziendali costituisce un “must” per il nostro gruppo e i prestigiosi risultati fin qui ottenuti sono la migliore garanzia di affidabilità per le nostre future partnership commerciali.